Come scrivere un post ottimizzato seo 📈

Scrivi un post SEO ottimizzato per Google 🤖

Google è forse la più grande fonte di traffico organico per la maggior parte dei blog e dei siti Web. Se non ottimizzi i post del tuo blog per i motori di ricerca (Google), potresti perdere visitatori pertinenti e potenziali clienti.

D’altra parte, se si ottimizzano eccessivamente o si ottimizzano in modo errato i post del blog, il blog potrebbe essere penalizzato e persino perdere il traffico Web esistente. Se ottimizzi i post del tuo blog nel modo giusto, questo migliorerà il posizionamento dei tuoi motori di ricerca e genererà più traffico sul tuo sito web.

7 passaggi per scrivere un post SEO-friendly ✅

Scegli un argomento specifico

  • Il primo passo è scegliere un argomento che sia pertinente e utile per i tuoi lettori, che in teoria dovrebbero essere i tuoi potenziali clienti. Se alla gente piacciono i tuoi post sul blog, condivideranno i tuoi contenuti su piattaforme di social media come Facebook, Twitter e LinkedIn e trascorreranno più tempo sul tuo sito Web, senza “rimbalzare” rapidamente. Questo invierà segnali sociali ai motori di ricerca (Google) che i tuoi contenuti sono preziosi e classificherà i tuoi post sul blog più in alto.

Esegui la ricerca corretta delle parole chiave

  • Strumento per le parole chiave ubersuggest

Una volta deciso ciò di cui vuoi scrivere, è importante elaborare un elenco di parole chiave ad alto traffico che puoi scegliere come target per il tuo post sul blog. Dovrai includere queste parole chiave in diversi punti del tuo post sul blog (calma, le descriverò più avanti) quando lo ottimizzerò per il SEO.

Puoi utilizzare lo strumento gratuito come Google Keyword Planner per ottenere idee per le parole chiave per il tuo argomento. Digita semplicemente l’oggetto dei tuoi post in Keyword Planner e Google ti fornirà un elenco di idee per le parole chiave insieme al loro volume di ricerca mensile e alle informazioni sulla concorrenza (bassa, media, alta).

Consiglio anche lo strumento Ubersuggest, considero più semplice e completo ottenere informazioni sulle parole chiave.

Altri strumenti gratuiti per la ricerca di parole chiave:

  • Ubersuggest
  • AnswerThePubblic
  • InfiniteSuggest


Scegli una parola chiave ad alto traffico pertinente al tuo argomento, come la parola chiave target principale e 4 o 5 parole chiave “long tail” correlate che includerai nei tuoi post.

Scrivi naturalmente ♻️

Prima di ottimizzare i post del tuo sito Web, devi prima scrivere un buon articolo. Se i tuoi contenuti non sono buoni, non avrai un buon posizionamento, indipendentemente da quanto li ottimizzi.

Quindi scrivi un post sul blog in modo naturale, tenendo presente i tuoi lettori. Lo troveranno interessante? Aiuterai i tuoi lettori? Come useranno le informazioni nella tua pubblicazione

Ciò significa strutturare il contenuto in paragrafi e utilizzare frasi complete, tra le altre cose.

Usa i titoli nei tuoi articoli ⏫☝

Usa le intestazioni (H1, H2, H3 …) per dividere il contenuto in sezioni di facile comprensione.

I titoli semplificano la comprensione da parte di Google degli argomenti secondari inclusi nel post del tuo blog e aiutano a migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

I titoli consentono inoltre ai lettori di scansionare rapidamente il tuo post, comprendere i punti principali e leggerlo facilmente

Nel caso di questa pubblicazione:
H1: «Come scrivere un post ottimizzato seo»
H2: «Scrivi un post SEO ottimizzato per Google»
H2: «7 passaggi per scrivere un post SEO-Friendly»
H3: «1. Scegli un argomento specifico »
H3: «2. Ricerca le parole chiave giuste »
H4: «Esegui la ricerca corretta delle parole chiave»
H3; “3. Scrivi naturalmente »

In genere, il titolo del post viene visualizzato nell’intestazione H1, WordPress viene eseguito per impostazione predefinita (ad eccezione di alcuni temi) e ogni argomento secondario all’interno del post dovrebbe avere il proprio sottotitolo H2.

Se devi usare i sottotitoli H3, assicurati che vengano usati dopo H2. Mantenendo sempre una gerarchia nei sottotitoli.

Usa la tua parola chiave principale una volta nel titolo, migliore è la distanza che si trova all’interno del titolo. Puoi anche utilizzare le parole chiave della coda lunga in alcuni dei sottotitoli per posizionare il tuo post per una vasta gamma di parole chiave e frasi di ricerca correlate.

Tuttavia, evitare l’uso eccessivo di parole chiave nei sottotitoli, utilizzare sinonimi o parole correlate. Altrimenti, potresti essere penalizzato per il riempimento di parole chiave.

Ottimizza titoli e meta description per SEO 🚀

I titoli sono di vitale importanza per il posizionamento delle tue pubblicazioni, buoni titoli ti faranno avere CTR più alti, più visite e se i titoli sono pertinenti con il contenuto lo faranno

Gli utenti rimangono più a lungo sulla tua pagina web, leggendo e con meno “rimbalzo” nelle tue metriche, elementi che Google prende in considerazione quando classifica la ricerca.

Se usi WordPress ti consiglio di usare il plugin Yoast SEO, con esso puoi fare facilmente tutta questa ottimizzazione, la configurazione e come usare questo plugin saranno oggetto di un’altra pubblicazione.

La meta descrizione sono le 2 righe di testo che appaiono sotto il titolo del tuo post sul blog, nei risultati del motore di ricerca. Aiuta i motori di ricerca a comprendere l’argomento del tuo post sul blog, rendendolo uno dei fattori che influenzano maggiormente le classifiche di ricerca.

Quando aggiungi la meta descrizione, devi fornire 1 o 2 righe di frasi complete e significative che descrivono il contenuto del tuo post sul blog.

Google visualizza solo fino a 150 caratteri di meta descrizione, quindi assicurati che la tua meta descrizione rientri in questo limite. Se non aggiungi una meta descrizione, Google prenderà automaticamente le linee che mostrerà nei risultati di ricerca del contenuto e inserirà ciò che ti sembra migliore.

La meta descrizione è un luogo eccellente per includere la tua parola chiave principale, nonché una parola chiave correlata a “coda lunga”. Tuttavia, se provi a inserire troppe parole chiave o usi frasi insignificanti, Google ignorerà semplicemente la tua descrizione.

Molte persone guardano il titolo e la meta descrizione dei risultati della ricerca per decidere se fare clic sul risultato. Quindi, assicurati che il titolo del tuo post e la meta descrizione non siano solo ricchi di parole chiave, ma anche cliccabili per aumentare il tuo CTR.

Ottimizza le immagini delle tue pubblicazioni ⌚️

Le immagini svolgono un ruolo importante nel SEO: rendono i tuoi post interessanti e hanno maggiori probabilità di essere condivisi. Aiutano anche le persone a leggere e comprendere il tuo post. Rendendo il contenuto non così denso, sembra più facile da usare.

La maggior parte dei motori di ricerca (incluso Google) sono basati su testo e non sono in grado di comprendere le immagini. Pertanto, è necessario aggiungere un testo descrittivo ogni volta che è possibile, per aiutare il motore di ricerca a capire di cosa tratta le immagini.

Quando usi un’immagine nel tuo post, assicurati di usare nomi di file descrittivi. Ad esempio, “how-to-write-post-seo-google.jpg” è meglio di “bsd213.jpg”. Se usi più immagini, puoi anche usare parole chiave correlate a “coda lunga” nei loro nomi di file. Ciò aiuterà i motori di ricerca a posizionarsi meglio.

Allo stesso modo, dovresti anche aggiungere un tag ALT ricco di parole chiave alle tue immagini. Il tag ALT viene sostanzialmente utilizzato per descrivere la tua immagine e aiutare i motori di ricerca a comprendere meglio le immagini.

Quando carichi la tua immagine su WordPress (o altre piattaforme), vedrai un modulo con una casella di testo per inserire il testo ALT. Ad esempio, puoi aggiungere qualcosa come “scrivi un post SEO ottimizzato per Google” per la tua immagine.

Aggiungi collegamenti interni al contenuto ☢️

Quando scrivi un post sul blog, assicurati di collegarti ad almeno altri 2 o 3 articoli sul tuo blog. Questo non solo migliora il punteggio SEO del tuo blog, ma aumenta anche la tracciabilità di quegli articoli

Tuttavia, assicurati di collegare solo gli articoli pertinenti sul tuo blog e che i collegamenti siano allineati alla tua strategia di contenuto. Ad esempio, se scrivi “come fare SEO”, ha senso collegarti ai post su “costruzione di link” e “ricerca per parole chiave”. Tuttavia, il collegamento a qualcosa come “come installare WordPress” non è molto rilevante.

ConcluSEOni … 😉

(sì, lo so che è stata una brutta battuta ahahah)

I suggerimenti sopra ti aiuteranno a ottimizzare il tuo post sul blog per posizionarti meglio per più parole chiave e termini di ricerca. Il trucco è indirizzare le giuste parole chiave ad alto traffico, scrivere un post di blog super utile e interessante e includere tali parole chiave in tutti i tuoi contenuti.

Se il tuo blog utilizza WordPress, puoi utilizzare il plug-in gratuito che ho menzionato prima: Yoast SEO, che ti consente di ottimizzare facilmente i post del tuo blog per i motori di ricerca.

We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply

      %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: